Quest'estate dimagrisci con la vitamina D

June 7, 2018

   L'estate è alle porte e con lei la voglia di vacanze. Cosa mettere in valigia? Sicuramente la voglia di divertirsi e rilassarsi un po'. Qualunque cosa farai, ovunque andrai,  o se resti in città poco importa, la cosa più importante è che tu metta al centro la tua salute...come sempre del resto, ed è per questo che oggi voglio parlarti della vitamina D. Ormai è nota da anni la sua importanza, soprattutto nel mantenere sane le nostre ossa. Quello che invece si conosce da tempi relativamente brevi è il legame che ha con il sovrappeso.  Una recente ricerca ha dimostrato come le persone in sovrappeso o obese che hanno bassi livelli di questa vitamina dimagriscono più facilmente quando ne assumono una integrazione. Si, hai letto bene! Se sei in sovrappeso e non riesci a dimagrire potresti avere livelli bassi di vitamina D nel sangue e non sarebbe neanche una cosa tanto strana, dato che secondo La SIOMMMS (Società Italiana dell’Osteoporosi del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro)  l’80% degli italiani è carente di Vitamina D.

 

Allora per prima cosa occorre fare un bell'esame del sangue per toglierci ogni dubbio, poi possiamo fare attenzione a ciò che mangiamo, ma non solo.

La vitamina D è molto particolare e in natura sono pochi gli alimenti che la contengono. Nell'uomo due forme di vitamina D sono importanti: la D2 (ERGOCALCIFEROLO) che si trova in alimenti di origine vegetale  e la D3 (COLECALCIFEROLO) presente in alimenti di origine animale; 

 

 

FONTI DI VITAMINA D:

D2: funghi e verdure a foglia verde

D3: Pesce grasso (come sardine, aringhe, trote, tonno, salmone e sgombro), uova, latte e latticini fortificati.

Queste due forme non sono uguali, infatti da anni si conosce che la potenza della vitamina D2 rispetto alla D3 è inferiore del 30% e inoltre anche la sua durata d'azione è minore per cui è meglio privilegiare fonti di D3.

 

Un'altra fonte molto importante è data dai raggi ultravioletti del sole che colpendo la nostra pelle producono vitamina D3, ma secondo gli esperti l’apporto dato dall' esposizione ai raggi solari interviene  al massimo per il 30% e l’uso di filtri solari ad ampio spettro  ne diminuisce la formazione.  Nel nostro Paese l’Ipovitaminosi D si verifica sia perché si mangiano meno grassi animali rispetto ad altri Paesi sia perché non vengono attivate sistematiche politiche sanitarie volte a contrastare questa carenza.

 

Allora cosa possiamo fare?

1)Concediamoci qualche piatto di salmone in più 

2)Cerchiamo prodotti fortificati o valutiamo un'integrazione insieme al nostro medico

3)Soprattutto usciamo all’aria aperta, facciamo delle belle passeggiate al mare o in montagna, e lasciamoci avvolgere dai raggi solari.

 

 

 

FONTI:

 

1. Holick MF. Vitamin D deficiency N Eng J Med 2007, 357:266-281

2. Armas LA et al. Vitamin D2 is much less effective than vitamin D3 in humans. J Clin Endocrol Metab 2004; 89: 5387-5391

 3. Vigna L et al  25(OH)D Levels in Relation to Gender, Overweight, Insulin Resistance, and Inflammation in a Cross-Sectional Cohort of Northern Italian Workers: Evidence in Support of Preventive Health Care Programs. J Am Coll Nutr. 2017 May-Jun;36(4):253-260.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Featured Posts

Alcuni consigli per iniziare a perdere peso.

June 9, 2016

1/2
Please reload

Recent Posts

April 10, 2019

January 3, 2019

December 14, 2017

November 30, 2017

Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

CONTATTAMI PER UN APPUNTAMENTO GRATUITO

LORENZA SARTORI

Via Edison 10 

43022 Monticelli Terme

PARMA

Mail:

L4life.coach@gmail.com

 

Cellulare:

388/1827259

Seguimi

  • w-blogger
  • w-facebook